venerdì 17 aprile 2009

Ricordo ancora quando le caramelle sfuse costavano 200 lire, e quel giorno che tu ne comprasti un barattolo intero per poi buttarlo nella spazzatura del parcheggio. Non ti è mai più capitato. Se sei in pensiero per qualcosa Dimmi cosa ti turba, ci penso io a gettarla in mare.

Vuoi vedermi gridare di rabbia perchè non mi sento al sicuro sulle quattro corsie ...o perchè non sono mai riuscita a indovinare al lancio della moneta? ma io cerco solo di salvaguardare la proprietà privata e la libertà di scegliere, sempre liberamente, cosa volerne fare, come se avessi da raggiungere la perfezione di una sfera. Lasciami da parte una Bic.

L'affitto...e non solo.

Qualche rinuncia, pregherò all'amore e sarò lieta della mia fede nel farla. Risparmierò in golia active plus, non sono più quelle di una volta, in nessun modo. Come ammazza caffè, prenderò un caffè.

Insomma io ho l'ipertensione verso l'iperuranio, è difficile capirti. Io sono fortemente grata per la sua esistenza, quella dell'uomo. Capisco di tutto ciò che mi risulta incomprensibile, cosi posso dire anche io: questo lo so.

In effetti non si può dire che non sia ancora tutto da chiarire...quindi il non c'è non è il contrario del c'è, è solo una cosa diversa: c'è il non c'è...è cosi necessaio rannicchiarsi nella negazione? e che si manifesti la capacità di riferirsi all'amara dolcezza dell'inesistenza, cosi che si possa obliterare ogni comportamento utilitaristico. Non vedo cosa ci sia di male, nè tanto meno il motivo per cui si debba sconfermare. Cercavo egoisticamente una soluzione per il problema della convergenza tra tutti gli Es e controEs che fintamente si incontrano per strada, proprio su quei marciapiedi scolpiti nel tufo.

Voglio avere una scusa per dire si e no nello stesso momento, a tutti quelli che riescono a mano libera nel disegno del cerchio, e non.

Ti telefono:
"Dove, Quando, Con Chi, Perchè, Con chi?"
"C'ho le mani bagnate potresti passare a casa ad aprirmi l’affettato getaway?"
"Con Chi, Quando, Dove, Perchè, Con Chi, Io No."
“d'ogni mattino, Vorrei compagna con cui imparare a soffiare su caffellatte allegorici.”
"Io... no."

Sono comunquemente malignamente debole.
Scusa, del parziale abuso totale, ma da quando mi hai lasciato sono riuscita solo a specializzarmi in candeggine a mano e a lavatrice. Il candore dei capi incontreremo nell'iperuranio.

3 commenti:

  1. scellerata. posticcia. bubbolosa. se potessi costituirmi parte civile nel maxi-processo alle intenzioni lo farei. sei intinta nel colore del braciere. spezzi le dita

    RispondiElimina
  2. mi fanno male i piedi

    RispondiElimina
  3. Squisitamente nonsense, in alcuni passaggy.

    RispondiElimina